IN LIBRERIA...

-recensioni di novità librarie
-libri consigliati

se volete segnalarci un libro di storia naturale o di argomento attinente che ritenete particolarmente interessante, scrivete al nostro indirizzo mail e noi lo inseriremo. grazie

info@cesq.it
 

Recensioni di novità librarie

Fiorenzo Facchini, M. Giovanna Belcastro (a cura di), 2009 – La lunga storia di Neandertal. Biologia e comportamento. Jaca Book, Milano, 326 p., € 32,00
Dalla presentazione al volume: “La storia dell’uomo di Neandertal è la storia del’umanità vissuta in Europa per alcune centinaia di migliaia di anni. Alla luce delle nuove scoperte sembra che caratteri neandertaliani siano già presenti nei fossili europei a partire da 600.000 anni, indicando il carattere endemico del popolamento dell’Europa nel Pleistocene medio.
L’evoluzione dei neandertaliani si è svolta prevalentemente nello scenario europeo. Intorn a 100.000 anni fa essi si portarono nel Vicino Oriente. Centocinquanta anni di scoperte e di studi evidenziano caratteristiche fisiche, interessi culturali, spirituali e sociali che fanno cadere molti pregiudizi sui Neandertaliani, visti spesso come un livello inferiore di umanità. Recentemente si sono aggiunte le analisi del DNA dei reperti. Restano però aperte alcune questioni, come i rapporti con l’umanità moderna, proveniente dall’Africa intorno a 35.000 anni fa, e la causa della loro estinzione. Il volume, a cura di…, riporta contributi di specialisti di livello internazionale e fa il punto delle attuali conoscenze sui Nenadertaliani”.
 

Stephen J. Gould, Elisabeth S. Vrba, 2008 – Exaptation. Il bricolage dell’evoluzione. Bollati boringhieri, Torino, 133 p., € 9,00
Stephen J. Gould, paleontologo e storico della scienza, ha insegnato alla Harvard University fino alla sua morte nel 2002. Elisabeth S. Vrba è una esperta di fama mondiale di evoluzione dei mammiferi ed insegna paleontologia alla Yale University.

Un libretto prezioso che unisce e ripropone due fondamentali contributi, datati al 1982, di due tra i maggiori paleontologi contemporanei. Dalla presentazione degli autori: “Le idee senza un nome di solito rimangono trascurate. Nella teoria del’evoluzione manca un termine per designare i caratteri che oggi aumentano la possibilità di sopravvivenza degli organismi ma che non sono stati modellati dalla selezione naturale per il loro ruolo presente. Noi proponiamo che tali caratteri vengano chiamati exaptations. Molti ragionamenti evoluzionistici eviteranno così l’errore di dedurre la genesi storica di una struttura dalla sua utilità attuale”.

 

Neil Shubin, 2008 – Il pesce che è in noi. Rizzoli, Milano, 262 p., € 20,00

Neil Shubin è un paleontologo marino, insegna anatomia all’università di Chicago ed è preside associato alle università di Colombia, Harvard e Berkeley.

Nel 2004, in rocce devoniane del Canada settentrionale (di ca. 375 milioni di anni fa: a quei tempi erano ai tropici), Shubin e coll. hanno scoperto numerosi scheletri completi di un pesce assai particolare ma del tutto “atteso” dalla teoria evoluzionista lungo la linea, per altro ben documentata da decine di forme fossili diverse, che porta dai pesci crossopterigi agli anfibi: un animale con il cinto scapolare (anteriore perciò) già formato e le appendici anteriori conformate in arti con mano e dita (adattato a trascinarsi sui bassi fondali delle paludi tropicali e all’occorrenza ad uscire fuori lungo le rive – proprio come fanno ancora oggi diverse specie di pesci attinopterigi), ma ancora senza cinto pelvico (posteriore: lì si trovano ancora pinne crossopterige normali, cioè già dotate degli ossicini che daranno origine alle zampe posteriori degli anfibi ma ancora brevi e conformate a pinna) e con una normale coda di pesce. Questo animale è stato chiamato Tiktaalik (in lingua esquimese). Si tratta di un caso esemplare di come procede la moderna paleontologia: la teoria evoluzionista prevede certi passaggi in momenti temporali ben precisi e identificati, per indagare i quali si identificano le rocce giuste dei periodi giusti (altrettanto ben datate e documentate dalla moderna ricerca geologica), gli ambienti giusti (in questo caso quelli che nel devoniano erano estuari e bassi fondali di fiumi; certo non nelle rocce di mare profondo) e si cerca con ottimi, a volte straordinari, risultati. Quello che più conta, risultati senza MAI contraddire la teoria dell’evoluzione, la quale ormai gode di un corpus di prove documentarie e di previsioni corrette e verificate tanto nel passato così come in fenomeni di evoluzione “in corso” nelle faune moderne estremamente ampio e consolidato.

Un portale sempre aggiornato su paleontologia ed evoluzione è quello del Museo di Paleontologia del’Univ. di Berkeley in California: www.ucmp.berkeley.edu

 

 

Telmo Pievani, 2007 – In difesa di Darwin, piccolo bestiario dell’antievoluzionismo all’italiana.  Bompiani, Milano, 123 p., € 8.oo
 

Telmo Pievani è docente di Filosofia della Scienza all’Università di Milano Bicocca.
Tutti i testi delle conferenze, le interviste, i confronti fra i programmi scolastici vecchi e nuovi, i comunicati ministeriali ufficiali, gli appelli, le note di agenzia  e gli articoli a stampa citati qui sono consultabili in versione integrale, con una semplice ricerca per autore e data, al seguente indirizzo web:
www.unipv.it/webbio/evol.htm .  Per ulteriori approfondimenti sulla controversia può essere utile consultare anche “Pikaia”*, il portale italiano dell’evoluzione: www.pikaia.eu (sezioni “news” e “antievoluzionismo”)”.

 

Marco Ciardi (a cura di), 2008 – Esplorazioni e viaggi scientifici nel settecento. BUR, Milano, 458 p., € 12,00

Marco Ciardi insegna Storia della Scienza all’Università di Bologna.
Dalla prefazione: “Nell’estate del 1609 Galileo Glieli venne a sapere che il Olanda era stato realizzato un nuovo strumento ottico che ingrandiva fino a tre volte gli oggetti lontani. Dopo essersi procurato una copia dello strumento… decise di costruirsene uno”.
La storia dello sviluppo del viaggio scientifico, raccontata attraverso la storia (le premesse scientifiche, gli uomini, il contesto culturale, le vicende, i risultati) di ogni viaggio principale e lunghi brani tratti dai diari originali degli studiosi che spinsero nell’Età dell’Illuminismo la conoscenza umana oltre limiti fino allora soltanto (spesso mai) immaginati: Linneo, Cook, Spallanzani, Gay-Lussac, von Humboldt e molti altri.

 

Chris Stringer, Peter Andrews, 2006 – Storia completa dell’evoluzione umana. Logos, Modena, 240 p., € 34,95

Chris Stringer è direttore della sezione Origini dell’uomo presso il Museo di Storia Naturale di Londra, ruolo ricoperto in precedenza da Peter Andrews.
Dalla prefazione: “Un bel libro agile e illustratissimo sulle conoscenze attuali in tema di evoluzione umana. Il testo è diviso in tre sezioni:
I
n cerca dei nostri antenati, esamina il contesto in cui sono stati riportati alla luce i resti dei nostri progenitori, le modalità nei lavori di scavo e nelle datazioni;
Testimonianze fossili, riassume in dettaglio le origini e l’evoluzione dei primati e dell’uomo, dal Proconsul agli australopiteci, dagli erectus ai neandertaliani ai sapiens analizzando la crescente importanza degli studi genetici, tra cui l’estrazione del DNA antico da esemplari di specie umane estinte. E’ ampiamente commentata anche la specie umana di più recente scoperta, Homo floresiensis rinvenuta nell’isola di Flores in Indonesia pochi anni fa ed estintasi intorno ai 12.000 anni fa (quindi ampiamente coeva ai sapiens in Asia).
Interpretare i reperti, ricostruisce l’evoluzione del comportamento umano

 

Alan Cutler, 2007 – La conchiglia del diluvio. Niccolò Stenone e la nascita della scienza della Terra. Il Saggiatore, Milano, 219 p., € 19,50

Alan Cutler ha insegnato Geologia e Scienze naturali e curato l’edizione di Forces of Change: a New View of Nature , pubblicazione dello Smithsonian Institute e della National Geographic Society.

Alla fine del X secolo, in Siria, una setta di musulmani sciiti della Siria, la “Fratellanza della Purezza”, scriveva: “ Non evitare alcuna scienza, non disdegnare alcun libro, non aggrapparti fanaticamente ad un unico credo” (ed era ovviamente vista di cattivo occhio dalle gerarchie religiose locali). La ”Fratellanza” pubblicò un libro intitolato “Il fine del saggio”, che comprendeva una breve dissertazione sulla geologia dove si legge, a proposito dei detriti trasportati al mare dai fiumi: “… depositano questa sabbia, l‘argilla e i sassi sul fondale, strato dopo strato, nel corso del tempo per secoli e secoli. Quindi s’innalzano l’uno sull’altro, e così si formano e svettano, sul fondo degli oceani, montagne e colline…”. Il libro fu letto in tutto il mondo islamico. Avicenna, celebre studioso islamico medievale, scriveva: “Da quel che sembra, alcune montagne si sono formate strato dopo strato”. Quando il volume di Avicenna fu tradotto in latino, alcuni passi fondamentali non c’erano più: l’idea che le montagne si fossero formate per un processo continuo di stratificazione (e non durante la creazione o nel diluvio narrati nel Genesi) era troppo pericolosa per essere diffusa.

Tra i maggiori scienziati del ‘600, Niels Stensen (Niccolò Stenone), danese di origine e prestigioso membro dell’Accademia del Cimento di Firenze, è considerato sullo stesso piano di figure coeve come Galileo, Keplero, Cartesio e Newton. Fu un raffinato studioso di anatomia umana (dimostrò tra le altre cose che il cuore è un muscolo e non la sede dell’anima, così come l’esistenza dei dotti salivari e la funzione delle ovaie e delle tube uterine, quando ancora si pensava che le donne non portassero alcun contributo alla nascita dei figli, salvo quello di “ospitarli” [dall’uomo] e farli crescere nel proprio grembo). Fu scienziato di una scienza che ai suoi tempi ancora non esisteva e della quale tracciò le linee fondamentali in un libricino di appena 78 pagine: la ricerca geologica. Nel De solido intra solidum Stenone risolse un enigma vecchio di secoli e assolutamente critico: perché si trovano fossili di conchiglie marine sulle montagne? Lasciando da parte libri e libretti e dedicandosi all’osservazione diretta della Natura sul campo, dimostrò che la Terra ha una storia, cancellò il mondo statico e immutabile teorizzato dai teologi del suo tempo aprendo le porte ad un mondo in evoluzione e sempre mutevole. Stenone è considerato il fondatore di discipline come la paleontologia, la stratigrafia e la cristallografia e, spianando la strada alla scoperta del tempo profondo in geologia (i miliardi di anni, in luogo dei 6000 anni calcolati sulla base della cronologia biblica), anche precursore dell’evoluzionismo.

Spirito mutevole e tormentato, negli ultimi anni della sua vita abbandonò la scienza e si fece sacerdote. Morì in Germania, in miseria, il 25 novembre 1686.

 

Andrea Pilastro, 2007 – Sesso ed evoluzione. La straordinaria storia evolutiva della riproduzione sessuale. Bompiani, Milano, 150 p., € 12,oo.

Andrea Pilastro è professore di zoologia all’Università di Padova, dove insegna Biologia evoluzionistica ed Etologia, studiando principalmente il comportamento sessuale di pesci e uccelli.

Dalla presentazione: “… La nostra specie si riproduce sessualmente ed è formata da maschi e femmine. A noi sembra perciò “normale“ che per produrre dei discendenti sia necessario che un maschio e una femmina si accoppino. In realtà, la riproduzione sessuale è una delle possibili strategie riproduttive che un organismo può adottare, come dimostrato dal fatto che in molti animali sono presenti solo femmine le quali generano, senza bisogno del sesso, figlie identiche a se stesse.   …questo libro ci guida alla scoperta dei grandi quesiti scientifici legati all’evoluzione della riproduzione sessuale. Un appassionante viaggio intellettuale, iniziato da Darwin quasi 150 anni fa, che continua a porre nuovi interrogativi e a promuovere straordinarie scoperte scientifiche”.

 

Alessandro Minelli, 2007 – Forme del divenire. Evo-devo: la biologia evoluzionistica dello sviluppo. Einaudi, Torino, 218 p., € 18,oo

Alessandro Minelli insegna zoologia all’università di Padova. Dopo “Infinite forme bellissime. La nuova scienza dell’evo-devo” di S.B. Carrol, recensito più sotto, vi proponiamo questo libro, scritto in modo chiaro ed elegante, per approfondire una branca fondamentale dell’evoluzionismo contemporaneo.
Dalla presentazione: “…Gli esseri viventi si trovano all’incrocio fra queste due logiche (come sono fatti e cosa fanno, ndr) e devono soddisfarle entrambe: riusciamo a fare poca strada se cerchiamo di leggere la storia delle forme biologiche solo in termini di espressione genica. La natura non ha un progettista che possa sbizzarrirsi in esercizi di libera creazione, ma parte sempre da ciò che ha già imparato a produrre e ha dato buona prova di sé, in ogni stadio dello sviluppo. Questo libro racconta il divenire delle forme, in un viaggio zoologico appassionato e illuminante”.

 

Edoardo Ratti, 2007 Sperimentando la preistoria. Il Paleolitico. Grafiche Lunensi,  Sarzana (SP), (I Quaderni del Museo del Castello 2), 59 p., € 8,00

Spesso, dopo gli incontri didattici di archeologia sperimentale sulla preistoria effettuati presso il Museo Civico Archeologico di La Spezia, è stato richiesto un testo di approfondimento che permettesse di riesaminare il percorso svolto. Il quaderno nasce da questa esigenza e, corredato di ricche immagini fotografiche e acquerelli fortemente esplicativi ed evocativi, ambisce a diventare un utile ausilio didattico-scientifico per le scuole primarie. Il volume si articola in 5 parti in cui si approfondiscono i seguenti temi: l'ambiente dinamico, l'uso delle pietre, la caccia, l'arte, il nomadismo. Il tutto è corredato da diversi box dove è possibile,  seguendo le istruzioni, fare della sperimentazione fai-da-te, ad esempio per costruirsi una capanna, incollare una punta di freccia o fare pitture rupestri con le pietre. Il testo è corredato di glossario fotografico delle materie prime, della segnalazione dei parchi archeologici italiani che attualmente trattano la preistoria. Ogni vocabolo tecnico alla prima citazione viene evidenziato e spiegato. Per ricevere maggiori informazioni su questo volume: info@archeolink.it.Edoardo Ratti è un collaboratore del Museo Civico Archeologico di La Spezia.

 

Giovanni Filoramo, 2007 – La Chiesa e le sfide della modernità. Editori Laterza, Roma-Bari, 187 p., € 16.oo

Giovanni Filoramo insegna Storia  del Cristianesimo presso la facoltà di Lettere dell’Università di Torino ed è uno dei più importanti e noti studiosi italiani in questo campo. Per quanto la materia trattata non abbia in generale affinità con quelle presentate qui, lo segnaliamo in particolare per l’argomento del capitolo VI: “Fra darwinismo e creazionismo: la Chiesa di fronte alla rivoluzione scientifica” per quanto i titoli di ogni altro capitolo siano comunque estremamente stimolanti (I. Un baluardo “naturale”: la difesa della famiglia; II. La sfida etica: sessualità e questioni di genere; III: Pluralismo religioso e sfida dei valori: i dilemmi del relativismo; IV: Chiesa, democrazia, laicità; V: I banchieri di Dio: l’etica cattolica e lo spirito del capitalismo; VI: Fra darwinismo e crazionismo: …; VII. Guerra giusta e guerra ingiusta).

 

Gary Paul Nabhan, 2005 - A qualcuno piace piccante. Codice, Torino, 160 p.,  € 16.oo

A qualcuno piace piccante esplora  i rapporti che legano l’evoluzione delle popolazioni umane e i cibi con cui queste si nutrono. Nabhan ci illustra come la nostra dieta sia condizionata da eredità culturali e genetiche e ci spiega per esempio come le popolazioni europee siano tolleranti al lattosio, al contrario di metà degli abitanti del nostro pianeta, o come mai alcuni gruppi etnici mostrino una particolare propensione all’alcolismo o al diabete. Un bel libro di lettura scorrevole, benché affronti temi piuttosto specialistici.

Gary Paul Nabhan è direttore del Center for Sustainable Environments dell’Università dell’Arizona ed uno dei fondatori dell’organizzazione per la conservazione e la salvaguardia del territorio a sostegno dei coltivatori indigeni Native seeds/search ONG.

 

Stephen Jay Gould, 2007 - La vita meravigliosa. I fossili di Burgess e la natura della storia. Feltrinelli, Milano, 348 p., € 12.oo

Segnaliamo una preziosa iniziativa della casa editrice Feltrinelli che sta ristampando, nella collana Universale Economica, i libri del grande paleontologo e storico della scienza S.J. Gould, universalmente noto per aver contribuito in modo determinante a integrare la teoria dell’evoluzione con uno dei suoi meccanismi più interessanti e fecondi, quello degli equilibri punteggiati. L’ultimo appena ristampato è il notissimo “La vita meravigliosa” sulla diversificazione della faune medio-cambriane (ca. 500 milioni di anni fa) e sulla loro successiva, lunga e faticosa revisione sistematica: un testo bello e stimolante su come la scienza sia costantemente in grado di correggere e migliorare se stessa. 

 
 
Charles R. Darwin 2004 - Viaggio di un naturalista intorno al mondo. Einaudi, Torino, 491 p., € 14,oo
Di nuovo presente sugli scaffali delle librerie, anche se edito già da qualche anno, il diario e le tappe di un viaggio che porteranno gradualmente ma inesorabilmente un giovane seminarista, di fronte alla schiacciante evidenza della natura, a concepire con rara onestà intellettuale la teoria dell’evoluzione per selezione naturale. Un libro avvincente e soprattutto utile, per apprezzare la libertà di pensiero che la scienza esige da chi voglia occuparsene con sincero interesse.


 
Telmo Pievani, 2007 – In difesa di Darwin, piccolo bestiario dell’antievoluzionismo all’italiana. Bompiani, Milano, 123 p., € 8.oo

Telmo Pievani è docente di Filosofia della Scienza all’Università di Milano Bicocca.

Dalla presentazione: “Se state cercando una prova del fatto che la vita intellettuale di un paese non necessariamente progredisce, qui potrete trovarla”. Un libro, tra saggio e satira, sul movimento antievoluzionista italiano.

Dai Riferimenti bibliografici, p. 121: “Grazie alla meticolosa opera di catalogazione svolta da Daniele Formenti, docente di antropologia presso il Dipartimento di Biologia Animale dell’Università degli studi di Pavia, è oggi possibile accedere a un archivio completo e continuamente aggiornato dei documenti relativi alla controversia evoluzionistica italiana dal 2003 a oggi. Tutti i testi delle conferenze, le interviste, i confronti fra i programmi scolastici vecchi e nuovi, i comunicati ministeriali ufficiali, gli appelli, le note di agenzia  e gli articoli a stampa citati qui sono consultabili in versione integrale, con una semplice ricerca per autore e data, al seguente indirizzo web: www.unipv.it/webbio/evol.htm .  Per ulteriori approfondimenti sulla controversia può essere utile consultare anche “Pikaia”*, il portale italiano dell’evoluzione: www.pikaia.eu (sezioni “news” e “antievoluzionismo”)”.

* “Pikaia”  è il nome di un animaletto molto noto tra i biologi, uno dei primi cordati (cioè gli antenati di tutti noi vertebrati) conosciuti nei giacimenti fossili: risale al medio Cambriano e viene descritto con grande efficacia nel libro di Gould, citato sopra, “La vita meravigliosa”.
 

Jared Diamond, 2006 – Armi, acciaio e malattie. Breve storia del mondo negli ultimi tredicimila anni. Einaudi, Torino, 400 p., € 12.oo

Jared Diamond insegna all’Università di California a Los Angeles ed è membro dell’Accademia Nazionale delle Scienze americana
 

Sean B. Carrol, 2006 – Infinite forme bellissime. La nuova scienza dell’Evo-Devo. Codice, Torino, 319 p., € 33.oo

Un libro di una chiarezza esemplare, per chi desideri capire le basi di questa autentica rivoluzione, per quantità ed importanza di risultati sperimentali, sullo studio dei rapporti tra sviluppo molecolare ed evoluzione delle specie. Sean B. Carrol è fra i massimi esperti mondiali di biologia evolutiva dello sviluppo (evo-devo) ed è professore di biologia molecolare e genetica medica presso la University of Wisconsin a Madison.
 

Michael Benton, 2005 – La più grande catastrofe di tutti i tempi. Quando sulla Terra la vita rischiò di scomparire. Newton & Compton, Roma, 346 p., € 14.90

Una bella disamina dell’estinzione di massa al limite Permo-Triassico, 251 milioni di anni fa. Michael J. Benton insegna Paleontologia dei vertebrati e dirige il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Bristol.
 

J. William Schopf, 2003 – La culla della vita. La scoperta dei più antichi fossili terrestri. Adelphi, Milano, 499 p., € 32.oo

La scoperta e lo studio dei batteri fossili della formazione di Apex (Australia) risalenti a ca. 3,7 miliardi di anni fa e tra i più antichi fossili conosciuti sulla Terra. J. W. Schopf è professore di paleobiologia alla University of California di Los Angeles.

 

Libri consigliati

in italiano

Wood B., 2008. Evoluzione Umana. Codice

Manzi G., 2007. L'Evoluzione Umana. Il Mulino

Barbujani G., 2007. L'invenzione delle razze. Capire la biodiversità umana. Bompiani

Manzi G., 2006. Homo sapiens. Il Mulino

Stringer C. e Andrews P. 2006. Storia completa dell'evoluzione umana. Logos

Pievani T., 2006. La teoria dell'evoluzione. Il Mulino

Facchini F., 2006. Le origini dell'uomo e l'evoluzione culturale. Jaca book

Biondi G., Martini F., Rickards O., Rotilio G. 2006. In carne e ossa. DNA, cibo e culture dell'uomo preistorico. Laterza.

Arsuaga J.L., 2006. Luce si farà sull'origine dell'uomo. Feltrinelli

Guidi A. e Piperno M. 2005. Italia preistorica. Laterza

Biondi G. e Rickards O., 2005. Il codice Darwin. Codice

Spedini G., 2005. Antropologia evoluzionistica. 2° edizione. Piccin

Arsuaga J.L., 2004. A cena dai Neanderthal. Il ruolo del cibo nell'evoluzione umana. Mondadori

Mallegni F., 2004. Come eravamo. 2° edizione. LTU Guarguaglini

Biondi G. e Rickards O., 2003. Uomini per caso. Editori Riuniti

Palma di Cesnola A. 2003. Paglicci e il paleolitico del Gargano. Grenzi

Tattersall I. 2003. Il cammino dell'uomo. Garzanti

Broglio A., 2002. Introduzione al Paleolitico. Laterza

Palma di Cesnola A. 2001. Il Paleolitico inferiore e medio in Italia. Centro stampa 2P

Cremaschi M., 2000. Manuale di Geoarcheologia. Laterza

Klein R.G., 1995. Il cammino dell'uomo. Antropologia culturale e biologica. Zanichelli

Cocchi Genick D., 1994. Manuale di Preistoria. Vol. I. Octavo - Franco Cantini

Palma di Cesnola A. 1993. Il paleolitico superiore in Italia. Introduzione allo studio. Garlatti&Razzai

Renault-Miskovsky J., 1987. L'ambiente nella preistoria. Jaca Book



in inglese

Wood B., 2005. Human Evolution: A Very Short Introduction. Oxford University Press

Aiello L., Dean C. 2004. Human Evolutionary Anatomy. Elsevier Academic Press

Lewin. R. e Foley R., 2004. Principles of human evolution. Blackwell Publishing

Delson E., Tattersall I., Van Couvering J.A., Brooks A., 2000. Encyclopedia of human evolution an prehistory. Garland Publishing
 


Pagina iniziale/home page
 

Cos'è il CeSQ Chi siamo Esposizione

Ricerca Scientifica (ricerca, scavi, orientamento, convegni)
 
Pubblicazioni/publications Biblioteca e links correlati/library and related links Didattica (scuole, attività sperimentali, conferenze)

Accessibilità e links correlati/cultural access for the blind and related links
 
Gruppo Ricerche Archeologiche Sansepolcro Laboratorio modellistico

Archaeology Field School
 
Sostieni il CeSQ In libreria... Links